Italian Basque English French German Russian Spanish
×

Attenzione

La funzione mail del sito è stata disabilitata da un amministratore del sito.

Dalle Alpi al Mare

MentonOk. Approfittate di queste prime righe per criticare il fatto che mi sto facendo pubblicità. Anche se, giunto al sesto libro, posso garantire che l’interesse in pubblicazioni legate alla montagna non è certo economico... E anche se, chi mi conosce, sa che riesco a mantenere una certa obiettività perfino in argomenti che mi riguardano.

E’ uscito, prima in edicola, poi in libreria, il mio ultimo lavoro, Dalle Alpi al Mare, guida escursionistica di un trekking in sedici giorni che collega Sant’Anna di Valdieri a Menton. Il trekking non ha ancora un nome, qualcuno ipotizza “Il sentiero del Patrimonio”, altre idee sono ben accette. Ma ha una sua ragione, un suo “carattere”. Attraversa tutti e quattro i parchi naturali (Alpi Marittime, Mercantour, Marguareis, Alpi Liguri) che si trovano nelle Alpi sud-occidentali, ed attraversa un territorio che ha deciso di avanzare la propria candidatura a diventare Patrimonio dell’UNESCO. L’iter burocratico che porterà o meno a raggiungere tale riconoscimento è lungo e complesso: si parla qualche anno. Ma i sentieri sono già lì, belli e pronti per essere gustati.

Se per l’idea del trekking transfrontaliero bisogna ringraziare Michela (Associazione Ecoturismo in Marittime), e per l’ideazione del percorso Nanni (Parco Alpi Marittime), se oggi qualche persona curiosa si ritrova la guida da sfogliare tra le mani è perché, nello scorso autunno, le suole dei miei scarponi si sono assottigliate di circa 400km! Tanti ne sono serviti per verificare tutti i sentieri e introdurre alcune (poche!) modifiche al tracciato pensato a tavolino.

 

Non commento quale sia stato il risultato editoriale – ciascuno si farà la sua opinione – ma commento molto volentieri il trekking.
Si tratta di un percorso affascinante, che ha pochi eguali – se li ha – nel resto delle Alpi. Attraversa una zona che è un vero caleidoscopio di ambienti, habitat e paesaggi. La ricchezza di forme di vita è veramente stupefacente, sia per quanto riguarda la flora che la fauna. La morfologia dei luoghi cambia in continuazione, e si attraversano zone la cui complessità ed importanza geologica è indiscussa. Si parte dai ghiacciai più meridionali delle Alpi, sulle Marittime, con valli aspre ed incassate, rocce scure, vette acuminate ben al di sopra dei 3000m. Si continua con una delle aree carsiche più importanti dell’arco alpino, nel Massiccio del Marguareis: un’alternanza di pareti calcaree e dolomitiche, distese prative cosparse di doline, laghi e cascate effimeri, rocce bianche dall’aspetto quasi lunare, campi solcati.
Si finisce tra agave e rosmarino, in Costa Azzurra, con sabbia bianchissima, il mare davanti e le palme alle spalle.

 Tutto questo in uno spazio ridottissimo: solo 40 km in linea d’aria separano le vette dell’Argentera dal Mar Mediterraneo. Chilometri che a piedi diventano 250, non per dispetto degli ideatori del percorso, ma per la scelta – per una volta tutta escursionistica e non politica – di toccare gli angoli più suggestivi dei quattro parchi. E pazienza se molti di noi non hanno il tempo per passare 16 giorni filati a girovagare sulle Alpi: il trekking si può benissimo percorrere anche a rate, dividendolo in due parti o anche percorrendolo una o due tappe alla volta. C'è solo una regola alla quale l’escursionista deve sottostare: per gustarne la vera essenza, il trekking deve essere rigorosamente percorso dalle Alpi al Mare!
E tra coloro che non mi conoscono, chi avrà la voglia, la curiosità di camminare sull’itinerario proposto, alla fine del percorso potrà liberamente criticare questo articolo: si trattava davvero di pubblicità o era l’invito sincero a cercare vicino casa emozioni inaspettate?

Roberto Pockaj,
Accompagnatore naturalistico
www.alpicuneesi.it

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
I tuoi commenti sono soggetti a moderazione da parte degli amministratori.
termini e condizioni.

Persone in questa conversazione