Italian Basque English French German Russian Spanish
×

Attenzione

La funzione mail del sito è stata disabilitata da un amministratore del sito.

Il rifugio Zanotti e la bella Valle Stura

Rifugio Zanotti(Prima parte) Trascorrere due giorni lontani da frenesie ed orologi, senza obiettivi specifici ma semplicemente rapiti dal ritmo naturale della montagna. Il nostro sogno si avvera, non a caso, al Rifugio Zanotti, accogliente e funzionale struttura del CAI Sezione Ligure-Genova situata a 2144 m. su un bellissimo poggio panoramico nell’alto Vallone del Piz in valle Stura.

Punto di confine tra la bellissima e verde vallata, un territorio tra i più selvaggi e solitari delle Alpi cuneesi, e la Francia è un ottimo compromesso per chi, come noi, desidera autogestirsi in ambienti montani concedendosi, in questo caso, anche qualche comodità. Pur sapendo che ci avrebbero aspettato due giorni favolosi, così ci era parsa la zona dall'alto del monte Tenibres o del Becco Alto del Piz ... rimaniamo piacevolmente sorpresi da una gita così appagante e riflessiva.

Ritirate le chiavi a Pietraporzio ci dirigiamo quindi alla volta del rifugio, anche posto tappa Via Alpina, percorrendo con calma la suggestiva vallata, con piccole deviazioni per osservare i particolari del tragitto e goderci appieno il privilegio di non dover tornare a casa la sera stessa.
Al rifugio rimaniamo subito colpiti dalla cura con cui si presenta, arricchito con fiori e particolari in legno! Bellissimo!!


Crediamo di essere soli...ed invece ecco li, indaffarato nei suoi lavori il custode Gianfranco Caforio e un’amica venuta a fargli visita. Si riveleranno una compagnia molto piacevole.
Molto coinvolgente semplice e diretto, Gianfranco ci mette immediatamente a nostro agio e cosi ci perdiamo subito in piacevoli conversazioni che si prolungano durante la cena e tutta la serata. Bastano poche parole per capire quanto lui “sia parte” di questo luogo, quanto tempo e fatica, abbia dedicato alla struttura rendendola migliore e confortevole, mantenendone allo stesso tempo la semplicità... Continui trasporti in spalla - dalla macchina al rifugio - di bombole, viveri, vernici e attrezzi per le continue manutenzioni, anche invernali, spesso improvvisate per risolvere le emergenze. La semplice ma forte passione appagata da una vita a contatto con la montana traspare con forza.

Ormai è buio e lo schioppettio della stufa fa da sottofondo ai racconti alpinistici di Gianfranco e di Caterina, che spesso insieme, proprio nelle vicinanze del rifugio, hanno aperto vie di arrampicata, palestre e nuovi sentieri ancora poco conosciuti. Appesi alla parete del locale ci fa notare i suoi disegni a matita che li presentano con cura e particolari facendoci tornare indietro nel tempo quando non esisteva internet o il gps.. Ce ne per tutti i gusti! come sul dirsi.
La serata sta volgendo al termine e corrotti dal genepy di Gian lo seguiamo fuori a fumare. Le ultime parole vanno purtroppo ai tanti “incivili” che frequentano la montagna e rimaniamo amareggiati nel sapere che, ancora oggi deve combattere con vandalismi, furti e maleducazione che creano disagi ad una situazione già difficile!! Una vergogna..
Non commentando oltre ci concentriamo su un favoloso cielo stellato e, dopo l’ultimo sorso, ci ritiriamo tutti nel saccopelo cullati dal silenzio..

 

Itinerario: Rifugio Zanotti -  alto vallone del Piz (Valle Stura) - (2200 m)
Partenza: Piano della Regina (1480 m)
Dislivello complessivo: 700 mt
 

 

(continua)

 

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
I tuoi commenti sono soggetti a moderazione da parte degli amministratori.
termini e condizioni.

Persone in questa conversazione